G.F. Marcato


S. AMBROGIO - Civesio di S. Giuliano M.se (MI)
RESTAURO CONSERVATIVO SETTORE CAMPANILE

STRUTTURA ARCHITETTONICA E APPARATO DECORATIVO

L'attuale Chiesa risale al 1605 anno in cui venne costruita grazie alla generosità del feudatario di Civesio, il Marchese Gabriele Melzi-Carpano. Nel tempo essa non ha subito sostanziali modifiche e si presenta ancora così come fu eretta. La struttura esterna è completata dalla presenza dell'importante Torre Campanaria impostata sulla copertura della Chiesa e della Casa Parrocchiale verso il cortile dell'oratorio. Il disegno architettonico del campanile si eleva da una base a pianta quadrata e si sviluppa lungo tre ordini segnati da cornicioni ad andamento regolare. Al di sopra della trabeazione che chiude lo sviluppo della torre si imposta la cella campanaria con il gruppo di campane da poco revisionato. L'edicola della cella è caratterizzata dalla presenza di lesene ad andamento morbido e alla sommità della copertura sono posizionati quattro pinnacoli in pietra. Le superfici del campanile sono finite ad intonaco tinteggiato, ormai completamente dilavato, con colori monocromi sul rosa e bianco come in facciata e prodotti di tipo acrilico.

INTERVENTO

Gli intonaci del Campanile sono attualmente alterati, oltre che da depositi generalizzati e vegetazione infestante, da importanti macchie e progressiva disgregazione della materia dovuta all'alternanza delle condizioni atmosferiche e alle piogge. Gli intonaci di finitura presentano gravi fenomeni di cavillature, disgregazione, decoesione e distacchi dal supporto risultando altamente pericolanti con conseguenti fenomeni di caduta e mancanze di materia principalmente in corrispondenza delle zone interessate dal percolamento e attacco biologico. Finalità principale dell'intervento è garantire la messa in sicurezza di tutti quegli elementi architettonico-decorativi che, allo stato attuale, versano in una condizione di instabilità e pericolo di caduta attraverso il consolidamento in profondità delle parti distaccate e la rimozione preventiva degli intonaci ritenuti ormai non più idonei nonchè la conservazione di un bene storico e la sua trasmissione nel tempo.

 Immagini (1 )


La torre campanaria prima del restauro
 Altre immagini

Prima e dopo

X

Le modanature della cella campanaria prima del restauro

Le modanature a restauro completato

Prima del restauro

Dopo il restauro

L'orologio prima del restauro

Dopo il restauro

La cella campanaria prima dei lavori

La cella campanaria restaurata

Prima del restauro

Dopo il restauro
Particolari (6)
Il Team (1)
Restauri autorizzati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano
 
G.F. Marcato