G.F. Marcato


S. GIULIO - Barlassina (MI)
RESTAURO TOTALE ESTERNO E CAMPANILE

STRUTTURA ARCHITETTONICA E APPARATO DECORATIVO

 

La datazione dell’impianto originario è di epoca romanica, mentre la Navata con Pronao risale al XVIII sec. e il  Campanile al XVIII-XX sec. In dettaglio: nel XVII sec. venne realizzato un importante ampliamento su progetto dell’ Arch. G. Rossi con l’innalzamento del Campanile nel 1905 e la costruzione del grande corpo a pianta ottagonale nel 1933. Le superfici esterne sono caratterizzate da intonaci tinteggiati ed “episodi” in materiale lapideo naturale (granito delle colonne del Pronao, arenaria della cella campanaria).

 

INTERVENTO

 

Il restauro ha avuto come oggetto le superfici esterne su tutti i prospetti e sul Campanile. In base alle indagini storiche e a quelle stratigrafiche l’intervento è stato differenziato al fine di rispettare le diverse tipologie di materiali di finitura presenti su corpi di fabbrica di diversa appartenenza storica: le parti antiche della Facciata principale, del corpo della Navata e del Campanile da una parte, dall’altra il corpo ottagonale che ospita il Presbiterio. Sono stati quindi restaurati in senso conservativo i due tipi di intonaco ed il ceppo della cella campanaria e delle paraste del Campanile. L’opera di restauro ha visto risolti anche i particolari problemi tecnici dovuti alla presenza di stuccature di notevoli dimensioni eseguite con materiali non idonei.

Risorse
Rassegna stampa

 Immagini (6 )


La Facciata e il Campanile dopo i restauri

La Chiesa durante i lavori

La facciata prima del Restauro

Vista complessiva del Tempio prima del Restauro

Durante il Restauro

Ammaloramento diffuso del paramento murario
 Altre immagini
Prima e dopo (6)
Particolari (6)
Restauri autorizzati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano
 
G.F. Marcato