G.F. Marcato


S. ROCCO - Mediglia, Fr. Triginto
RESTAURO CONSERVATIVO INTERNO

STRUTTURA ARCHITETTONICA E APPARATO DECORATIVO

La Chiesa di S. Rocco ha una struttura architettonica semplice e di ridotte dimensioni: la pianta si sviluppa con un andamento ad aula unica per la raccolta dei fedeli e con un'abside a terminazione tronca, cioè rettangolare, anch'essa di dimensioni limitate. Le pareti si presentano tinteggiate a colore unico sui toni del giallo ocra intervallato da alcuni episodi che testimoniano il passare di eventi e rimaneggiamenti che si sono sussegiuti nell'arco delle diverse epoche. Fino a circa 1,5 ml è stato rimosso l'intonaco, completamente ammalorato dall'umidità, in modo che la struttura possa respirare. Cio' che interessa in particolar modo l'intervento di restauro è la ripetuta applicazione di strati di pitturazione a scialbo che hanno completamente ricoperto le pareti della Chiesa nascondendo l'apparato decorativo originario.

INTERVENTO

La finalità dell'intervento di restauro è riportare alla luce l'apparato pittorico originario nel massimo rispetto delle tecniche pittoriche e dei materiali costituenti. La campagna di indagini stratigrafiche che ha preceduto l'inizio dei lavori ha permesso di comprendere meglio la successione delle diverse tinteggiature e l'alternanza delle decorazioni: sono infatti apparse decorazioni antiche di finte cornici, pennellature a disegni geometrici, fasce floreali di buona fattura e figure di angeli sulla volta dell' abside. Il primo lotto di lavori ha riguardato l'intervento di discialbo di tutte le superfici eseguito a secco e ad umido, volto alla rimozione degli strati soprammessi a quelli originali. A seguito della pulitura graduata delle superfici pittoriche originali è stata eseguita una mappatura del reale stato di fatto della decorazione ritrovata. Solo a questo punto si è progettato ed effettuato l'intervento di restauro pittorico del II lotto di intervento.

 Immagini (11 )


Sulla parete del fondo Chiesa risulta leggibile l'apparato decorativo originale

Le prime campionature di discialbo hanno permesso di verificare l'esistenza di un apparato decorativo originale sotto le tinteggiature monocromatiche

Parete destra dopo il recupero dei lacerti e le prime stuccature

Recupero della conchiglia e degli affreschi sottointonaco

Parete destra dopo il restauro

Durante i restauri e il recupero dei lacerti: vista degli antichi affreschi
 Altre immagini
Prima e dopo (4)
Particolari (16)
Il Team (3)
Restauri autorizzati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Milano
 
G.F. Marcato